Retrospettiva MCU Parte 3 – Iron Man 2

  Uomo di ferro 2

Retrospettiva MCU Parte 3 – Iron Man 2

( In previsione di Avangers: Endgame dell'imminente rilascio, diamo uno sguardo all'intero MCU, voce per voce. Piuttosto che fare recensioni dirette, il nostro obiettivo con questa retrospettiva è tracciare le orme dei Marvel Studios per comprendere le decisioni che sono state prese lungo la strada per diventare una potenza di Hollywood. )

In vista della sua uscita nel 2010, Uomo di ferro 2 di fronte ad aspettative quasi insormontabili. Seguente Uomo di ferro L'inaspettato successo di critica e commerciale di due anni prima, un seguito era inevitabile. Tuttavia, questa volta tutti gli occhi erano puntati sui Marvel Studios per offrire un sequel di qualità. A differenza del suo predecessore e L'incredibile Hulk , Uomo di ferro 2 ha avuto il difficile compito di mantenere la promessa di uno dei film di supereroi più emozionanti dell'era moderna.

Allo stesso tempo, Uomo di ferro 2 doveva soddisfare le esigenze del più ampio universo cinematografico che era stato preso in giro in quei primi due film. Come si è scoperto, Uomo di ferro 2 ha finito per essere cruciale per la configurazione delle tre versioni successive di MCU, in particolare I Vendicatori . Sebbene ciò fosse necessario per garantire il successo del franchise, lo ha fatto a spese della storia del sequel.

Nessuna storia e nessuna sceneggiatura

  Uomo di ferro 2

I Marvel Studios mettono Uomo di ferro 2 in programma senza alcun tipo di sviluppo in anticipo. La maggior parte degli attori aveva firmato tre accordi cinematografici con la Marvel. Ma le figure creative chiave, in particolare Jon Favreau, non avevano alcun contratto per tornare per un sequel. Naturalmente, la Marvel voleva replicare il successo del primo film. Ciò significava riportare Favreau, il direttore della fotografia Matthew Libatique e l'ex squadra di Stan Winston alla Legacy Effects. Tuttavia, Favreau era riluttante ad accettare un sequel perché non c'era una storia, per non parlare di una sceneggiatura, quando Uomo di ferro 2 ricevuto è la data di rilascio di fine aprile 2010. Dopo mesi di trattative, Favreau e il team alla fine hanno firmato per il sequel. Ora tutto ciò di cui avevano bisogno era uno scrittore.

Favreau e compagnia si erano uniti Uomo di ferro con una storia relativamente forte già in atto. Favreau ha avuto molto meno tempo per sviluppare il sequel a causa dei vincoli della data di uscita. Inoltre, Favreau sarebbe anche parzialmente responsabile (insieme a Downey) della creazione della storia. Mentre Shane Black a quanto pare consultato sulla storia , il duo alla fine ha cercato Justin Theroux per scrivere la sceneggiatura, quando era appena uscito dalla collaborazione con Downey in tuono tropicale . Il trio ha optato per una storia che avrebbe esplorato l'alcolismo di Tony. Tuttavia, Uomo di ferro 2 non sarebbe un adattamento diretto della famosa trama di 'Demon in a Bottle' dei fumetti. Invece, la storia si è concentrata sull'eredità del padre di Tony, Howard Stark. E ci sono volute dozzine di bozze per far funzionare la trama.

Macchina da guerra 2.0

Ora che Theroux stava lavorando sodo alla sceneggiatura, toccava a Favreau completare il resto del cast. Ma c'era una resistenza: Terrence Howard. Si è scoperto che Howard era in realtà il attore più pagato nel primo film. Apparentemente Favreau non ha avuto la migliore esperienza di lavoro con Howard. La Marvel ha anche ritenuto che lo stipendio di Howard non valesse il prezzo. Secondo quanto riferito, ad Howard è stata offerta una tariffa significativamente inferiore a quella richiesta dal suo contratto. Non è chiaro come sia successo, ma alla fine i negoziati si sono interrotti. La Marvel sostanzialmente lo ha affermato Uomo di ferro 2 avrebbe successo 'con o senza' Howard.

Apparentemente Don Cheadle era più disposto a giocare nei confini del sandbox della Marvel, e alla fine ha sostituito Howard nei panni di Jim Rhodes/War Machine. Oltre alla ricaduta con Howard, la Marvel stava uscendo da una situazione controversa con Edward Norton durante la realizzazione di L'incredibile Hulk . I Marvel Studios hanno sviluppato rapidamente una politica di non tolleranza dopo che questi primi imbrogli hanno quasi fatto deragliare il loro franchise. Di conseguenza, l'ottone della Marvel è diventato famoso per palla bassa i loro attori in arrivo. È molto probabile che questi primi problemi con il talento abbiano plasmato il processo di casting della Marvel. L'attenzione si è spostata da personalità affermate di Hollywood a talenti relativamente sconosciuti. Tuttavia, c'era un'altra necessità per andare avanti: massicci accordi multi-immagine per i loro attori chiave.

La furia di Samuel L. Jackson

  Uomo di ferro 2

Nick Fury di Samuel L. Jackson era un pezzo cruciale del più ampio puzzle che doveva ancora essere bloccato. L'ormai iconico cameo di Jackson nel primo film è stato girato dopo le riprese principali quando I Vendicatori il film era ancora solo un sogno irrealizzabile. Pertanto Jackson non era legato a un contratto a lungo termine. Uomo di ferro 2 ha rappresentato l'occasione perfetta per coinvolgere Jackson's Fury nei piani più ampi del MCU. Tuttavia, inizialmente trattative sputacchiato e Jackson ha rifiutato di essere basso. Ha anche espresso il suo dispiacere per l'offerta iniziale di riprendere il suo ruolo. Indipendentemente da ciò, lo studio apparentemente integrato l'offerta bassa con un affare estremamente redditizio di nove film che includeva apparizioni in I Vendicatori e i suoi seguiti.

Dopo che Jackson ha firmato, Uomo di ferro 2 La produzione e il successivo rilascio sono stati relativamente fluidi. In molti modi, Uomo di ferro 2 ha segnato la prima volta che i grandi piani del MCU hanno effettivamente iniziato a svolgersi. Sfortunatamente, ha anche dimostrato i limiti di quei piani offrendo un sequel che era un guscio vuoto del suo predecessore. Ha introdotto Black Widow, ampliato il ruolo di Fury e persino istituito Thor . Ma lo ha fatto a spese della vera storia che stava raccontando.

Dolori crescenti

  Uomo di ferro 2

I Marvel Studios avevano iniziato a realizzare i loro grandi piani per il MCU. Ma per farlo, i realizzatori hanno volontariamente sacrificato l'integrità del sequel. Il film ha attraversato sia il nucleo della storia che la lotta interiore di Tony. Ha persino sfidato la logica stabilita nell'originale. Come fa notare Favreau nel commento di Uomo di ferro 2 , è difficile realizzare un sequel che non si limiti a ripetere lo stesso arco narrativo del primo. Sebbene il film lo eviti certamente, non è un degno seguito.

Uomo di ferro 2 non è un brutto film Tuttavia, è una delusione perché semplicemente non è una buona storia di Iron Man. Uno dei motivi Uomo di ferro funzionava così bene era il fatto che era radicato in qualche realtà. Favreau e Downey hanno convinto il pubblico che Tony Stark potrebbe davvero realizzare un'armatura di Iron Man, anche in una grotta! Sfortunatamente, il sequel ha lasciato la realtà alle spalle per una serie di eventi che alla fine sono sembrati sempre più fantastici. Forse questo è stato il risultato della preparazione del pubblico a salti logici sempre più grandi lungo la strada. Ma questa divergenza da Uomo di ferro L'approccio radicato alla fine ha iniziato a mostrare alcuni degli svantaggi che derivano da un universo condiviso come il MCU.

MCU Retrospettiva Parte 2 – L'incredibile Hulk

Retrospettiva MCU Parte 1 – Iron Man