La leggenda dei fumetti Marvel Stan Lee è morto all'età di 95 anni

La leggenda dei fumetti Marvel Stan Lee è morto all'età di 95 anni

È con enorme tristezza che ComingSoon.net (via Il giornalista di Hollywood ) porta la notizia che la leggenda della Marvel Comics e impresario di lunga data Stan Lee è morto all'età di 95 anni. Conosciuto affettuosamente come Stan 'The Man' Lee, era in cattive condizioni di salute negli ultimi mesi e aveva smesso di fare apparizioni alle convention all'inizio di quest'anno. Questa mattina è stato portato d'urgenza dalla sua casa a Hollywood Hills in ambulanza al Cedars-Sinai Medical Center, dove è morto.

RELAZIONATO: Steve Ditko, leggenda dei fumetti e co-creatore di Spider-Man, morto a 90 anni

Nato Stanley Martin Lieber nel 1922, è meglio conosciuto come il co-creatore della maggior parte dei personaggi principali alla genesi dell'Universo Marvel. La sua carriera presso la società dell'editore Martin Goodman iniziò nel 1939 quando divenne assistente di quella che allora era conosciuta come Timely Comics. Trascorse i decenni successivi scrivendo romanzi d'amore e fumetti western, ma alla fine degli anni '50 la compagnia era in difficoltà. In un ultimo sforzo, Lee decise di cercare di eguagliare la popolarità della 'Justice League' della DC con 'Fantastic Four' n. 1 nel novembre del 1961. Creata insieme all'artista Jack Kirby, la squadra divenne immediatamente popolare e rivoluzionò il supereroe genere esplorando i difetti, le vulnerabilità, i fallimenti e i conflitti interpersonali degli eroi.

Con Kirby è seguita una valanga di nuovi libri sugli eroi, tra cui L'incredibile Hulk , Il potente Thor , L'invincibile Iron Man , L'incredibile Ant-Man e Gli X-Men inquietanti . Con Steve Ditko ha co-creato Dottor Strano e Uomo Ragno (probabilmente il personaggio più iconico dell'azienda), così come Temerario con Bill Everett. Ha anche fatto rivivere i vecchi eroi della Timely degli anni '40 compresi Sottomarino e Joe Simon e Jack Kirby Capitano America . Il gruppo di squadra I Vendicatori seguito nel 1963.  Mentre seguirono altri personaggi iconici, tra cui Gli Inumani , Surfista d'argento , Pantera nera (il primo supereroe nero nei fumetti tradizionali) e Il falco , i principali contributi creativi di Lee nei primi anni '60 hanno costituito il nucleo della Marvel Comics.

Per quasi sessant'anni Lee è stato il volto geniale della Marvel, a partire dai retroscena editoriali dei fumetti dove si rivolgeva ai lettori direttamente in stile neo-bohémien attraverso 'Bullpen Bulletins' e 'Stan's Soapbox'. Queste colonne hanno anche sostenuto le cause sociali progressiste e le crescenti questioni del razzismo e dei diritti civili. Questo legame con i fan è stato rafforzato dai continui tour di conferenze di Lee nei campus universitari e dalle frequenti apparizioni alle convention.

Lee potrebbe essere diventato il volto amichevole della Marvel, ma non è stato privo di polemiche. I suoi rapporti sia con Jack Kirby che con Steve Ditko si sono deteriorati a causa di problemi relativi alla proprietà e Lee si è preso il merito di ciò che entrambi gli artisti ritenevano fosse un input minimo nella creazione dei personaggi. Entrambi gli uomini hanno lasciato l'azienda e non si sono mai riconciliati con Lee.

RELAZIONATO: Stan Lee visita il set di Avengers: Infinity War

Mentre si dilettava periodicamente nei fumetti, Lee alla fine lasciò la sua capacità editoriale alla Marvel Comics per iniziare il fumetto di Spider-Man con John Romita Sr. e per cercare di portare le sue amate creazioni sia sul grande che sul piccolo schermo. Mentre la società ha avuto un grande successo in televisione con la serie L'incredibile Hulk, altri personaggi come Spider-Man, Capitan America e Doctor Strange non sono riusciti a tradurre con successo sul piccolo schermo. Il successo sul grande schermo è sfuggito anche alla Marvel, con film come 1986 Howard l'Anatra , 1989 Il Punitore e 1994 Fantastici Quattro tutti bombardamenti e, nel caso di quest'ultimo, senza nemmeno vedere la luce del giorno.

Le cose sono cambiate nel 1998 quando Lama ha debuttato con successo nelle sale, con il cacciatore di vampiri Wesley Snipes che ha aperto la strada ad altri personaggi Marvel per raggiungere il grande schermo, tra cui X-Men , Uomo Ragno , Hulk , Temerario , Il Punitore , Fantastici Quattro e Cavaliere fantasma . Nel 2006 Kevin Feige e il produttore Avi Arad hanno fondato i Marvel Studios, con il 2008 Uomo di ferro e L'incredibile Hulk aprendo la strada a quello che sarebbe diventato uno dei franchise cinematografici di maggior successo di tutti i tempi e il primo vero universo cinematografico condiviso. Lee è stato produttore esecutivo di tutti questi film ed è diventato famoso per aver fatto cameo in quasi tutti insieme alle sue famose creazioni come Thor, Black Panther, Doctor Strange e Ant-Man.

'Mio padre amava tutti i suoi fan', disse la figlia di Lee, J.C. Lee. 'Era l'uomo più grande e rispettabile'.

'Stan Lee era straordinario come i personaggi che ha creato', Lo ha detto il presidente e amministratore delegato della Disney Bob Iger in una nota. “Un supereroe a pieno titolo per i fan Marvel di tutto il mondo, Stan aveva il potere di ispirare, intrattenere e connettere. La scala della sua immaginazione è stata superata solo dalla dimensione del suo cuore.

Anche il presidente dei Marvel Studios Kevin Feige ha reso omaggio. 'Nessuno ha avuto un impatto maggiore sulla mia carriera e su tutto ciò che facciamo ai Marvel Studios di Stan Lee', Lo ha detto il presidente dei Marvel Studios, Kevin Feige. “Stan lascia un'eredità straordinaria che sopravviverà a tutti noi. I nostri pensieri vanno a sua figlia, alla sua famiglia e ai milioni di fan che sono stati per sempre toccati dal genio, dal carisma e dal cuore di Stan. Eccellente!”

(Credito fotografico: Getty Images)